instagram facebook twitter

  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 7.png
  • 8.png
  • 10.png
Pin It

Termina con una sconfitta la stagione dei lariani

 

finale

 

Risultato Finale: HC Feltreghiaccio 7 – Hockey Como 5 (0-2; 3-1; 4-2)

Marcatori: 8’53” Mattia Alario (Hockey Como); 14’28” Matteo Formentini (Hockey Como); 23’51” Andrea Damin (HC Feltreghiaccio), 29’53” Matteo Dall’Agnol (HC Feltreghiaccio), 36’27” Filippo Ambrosoli (Hockey Como), 36’52” Matteo Dall’Agnol (Hc Feltreghiaccio); 46’31” Riccardo Ambrosoli (Hockey Como), 47’53” Igor Gris (Hc Feltreghiaccio), 50’06” Davide Gosetto (Hockey Como), 53’30” Matteo Dall’Agnol (Hc Feltreghiaccio), 54’45” Erik Caldart ((Hc Feltreghiaccio), 56’37” Matteo Dall’Agnol (Hc Feltreghiaccio).

Hockey Como: 3 Codebò Riccardo (D), 5 Gosetto Davide (F), 7 Valli Riccardo (D), 9 Mattia Alario (F), 10 Fusini Jacopo (F), 11 Dominic Michael D’Agate (D), 12 Riccardo Iuratti (F), 13 Formentini Matteo (F), 14 Filippo Ambrosoli (F) – C, 15 Ambrosoli Riccardo (F) – A, 17 Renè Vallazza (D), 23 Ricca Andrea (D), 33 Menguzzato Marco (G), 40 Federico Tesini (G), 74 Tilaro Gianluca (F).

Allenatore: Petr Malkov

HC Feltreghiaccio: 3 Andrea Damin (D), 4 Simone Zallot (D), 5 Erik Caldart (F), 9 Igor Gris (F), 10 Lorenzo Dall’Agnol (F), 15 Mattia Bertoncin (F), 18 Nicolò Polini (F), 19 Andrea Gorza (D), 22 Patrick Tormen (F), 37 Jodie Manfroi (G), 44 Tobia Fantinel (F), 46 Giorgio Cavan (F), 51 Luca Burzacca (G), 66 Alex De Paoli (F), 86 Alessandro Canova (F), 87 Alessio Zandegiacomo Mistrotofolo (D), 88 Matteo Dall’Agnol (F), 91 Marco Da Forno (F), 93 Giorgio De Giacinto (D), 96 Riccardo Boschet (D).

Allenatore: Kevin Keinis

Arbitri: Giulio Soia, Fabio Tirelli (Alberto Plancher, Piero Giacomozzi)

Note: Tiri Totali: 39–19; Penalità: 18-43.

Ultima gara di campionato per entrambi le formazioni in pista al Palaghiaccio Drio le Rive. Feltre chiude una stagione dove è sempre stata il fanalino di coda in entrambi i gironi. Mentre l’Hockey Como, dopo un inizio difficile, è riuscito a risalire la classifica e inseguire il sogno play-off fino alla terz’ultima gara del relegation round. Malkov può fare affidamento su 14 giocatori per archiviare con questa partita la sua seconda stagione in Italia. Federico Tesini torna a difendere la porta, mentre Menguzzato siede in panchina. Il capitano Filippo Ambrosoli è il primo atleta ad entrare nelle statistiche della gara con un tiro dopo 27 secondi. Nei primi 5’ i padroni di casa provano a impensierire le linee comasche in un paio di occasioni, ma con un nulla di fatto. I lariani iniziano a farsi vedere dalle parti di Burzacca dopo 7’ con una fiondata di Vallazza. Il cross – checking di Bertoncin costringe quest’ultimo a 2’ di penalizzazione. I comaschi approfittano del power play e dopo 60 secondi passano in vantaggio grazie alla rete di Mattia Alario, l’ultimo giocatore arrivato in casa comasca. Con il ritorno in pista del numero 15 i veneti alzano il ritmo, costringendo gli ospiti nel blu difensivo. Le conclusioni però non gonfiano la rete difesa da Tesini che rimane ancora imbattuto. Quando la banda di Malkov però si fa vedere in attacco punge sempre: Matteo Formentini, servito da R. Ambrosoli, porta a 2 le reti dell’Hockey Como dopo che sul cronometro sono passati quasi 15’. Griss finisce subito in gabbia dopo il gol (tripping) e il compagno Dall’Agnol lo raggiunge dopo una manciata di secondi. 5 contro 3 a favore dei biancoblù che hanno l’opportunità di portarsi avanti 3-0 ma il risultato rimane invariato quando suona la sirena. Nonostante i 13 tiri a 8 per i grigiorossi, l’Hockey Como è stato bravo a concretizzare maggiormente le azioni da gol.

Il ritorno in pista delle due squadre è segnato da una forte reazione dei padroni di casa. Una timida conclusione di Gorza dopo 30” è il segnale dell’andamento del secondo periodo. Riccardo Iuratti è il primo giocatore comasco a inaugurare la gabbia dei puniti quando sul cronometro sono passati 22’ 45”. Dall’altra parte però Igor Gris gli fa compagnia e in pista rimangono in 4 contro 4. Sono i ragazzi capitanati da Bertoncin a provare ad accorciare le distanze con Tromen e lo stesso capitano. I giudici di gara reputano scorretto il comportamento di Tilaro in pista, così i lariani restano in 3 uomini. Feltre cresce pericolosamente arrivando al gol con Andrea Damin al 23’ e 51”. Il pressing offensivo prosegue: nei primi 7’ sono solo i veneti a mettere a referto 6 tiri. Caldart e Alario vengono puniti entrambi al 27’ così si ripropone di nuovo la situazione di 4 vs 4. Gosetto dopo 60 secondi va a far compagnia ad Alario lasciando in pista 3 atleti in maglia biancoblù. In shorthand il Como soffre e Matteo Dall’Agnol pareggia i conti a metà drittel. Como soffre, Filippo Ambrosoli e Andrea Ricca provano a impegnare l’estremo difensore di casa ma è proprio il difensore lariano a finire in panca puniti a 7’ dalla fine, complicando la vita ai propri compagni. Ma è proprio nel momento di maggiore difficoltà che il capitano Filippo Ambrosoli riesce a trovare il gol in contropiede. Rete del 2-3 in short-hand. La gioia dura meno di 30 secondi, il tempo di rimettere il puck in pista: Lorenzo serve Matteo Dell’Agnol che con la sua doppietta riporta il punteggio in parità. 3-3 a 3’ dalla fine dei secondi 20’. Negli ultimi 120 secondi Renè Vallazza con una carica non intenzionale colpisce allo sterno Fantinel che resta a terra qualche secondo prima di venire soccorso dal medico. Il numero 44 Veneto sarà costretto ad abbandonare la pista aiutato proprio dalla dott.sa Bordin. I giudici di gara decidono di punire il difensore comasco con la penalità partita: si concluderà così un’ottima stagione per il giocatore ampezzano. Il secondo periodo si chiude con il risultato di 3 a 3 e i padroni di casa Feltre determinati a conquistare i 3 punti.

Gli Ultimi 20’ di ghiaccio per le due squadre vedono un Feltreghiaccio carico a portarsi in vantaggio: in 5’ gli uomini di Keinis fanno girare bene il disco, arrivando davanti a Tesini 4 volte. Il portiere comasco è bravo a neutralizzare gli attacchi di un indiavolato Dall’Agnol. I comaschi però vogliono riprendersi in mano la gara e, passato un momento di difficoltà, trovano con Riccardo Ambrosoli la rete del 3-4. La svolta della gara? Neanche a parlarne perché Igor Gris riporta il punteggio in parità dopo soli 40 secondi. 4-4 a 12’ dalla fine della gara. Un’interferenza di Damin dopo un minuto è l’occasione giusta per gli ospiti di provarci di nuovo e proprio in power play arriva la rete del 4-5 firmata Davide Gosetto. Si entra così nella seconda metà del drittel con gli uomini di Malkov avanti 4-5. Il vantaggio però dura 3’ scarsi: un Feltreghiaccio mai domo pareggia di nuovo i conti ancora con Matteo Dall’Agnol che infila per la terza volta la porta difesa da Tesini. L’inerzia della gara adesso è completamente dalla parte dei padroni di casa che nel giro di 60 secondi ribaltano completamente la partita: a 5’ dalla fine Damin serve Caldart che realizza il 6-5. Ormai i lariani sembrano essere sulle gambe, Tilaro finisce in panca puniti e Matteo Dall’Agnol in power play decide di chiudere in bellezza il campionato con la quarta rete. 7-5 Feltreghiaccio. Gli ultimi 120 secondi iniziano con un 4 contro 4 (Gorza e ancora Tilaro out), poi in 3 contro 3 (Formentini e Matteo Dall’Agnol in panca puniti).

La sirena suona e i padroni di casa esultano per questa vittoria. Un applauso va a entrambe le squadre che hanno onorato fino alla fine l’impegno sportivo.