instagram facebook twitter

  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 7.png
  • 8.png
  • 10.png
Pin It

Si infrangono i sogni play-off dell'Hockey Como

28058814 1754251174617770 8309076034975954616 n

Risultato Finale: Hockey Como – HC Bandits Varese (0-0; 0-1; 0-1)

Marcatori: 34’13” Marco Rizzo (HC Bandits Varese); 59’32” Daniele Odoni (HC Bandits Varese).

Hockey Como: 3 Codebò Riccardo (D),4 Mattia Alario (F), 5 Gosetto Davide (F), 7 Valli Riccardo (D), 10 Fusini Jacopo (F), 11 Michael Dominic D’Agate (D), 13 Formentini Matteo (F), 14 Ambrosoli Filippo (F) – C, 15 Ambrosoli Riccardo (F) – A, 17 Vallazza Renè (D), 23 Ricca Andrea (D), 33 Menguzzato Marco (G), 40 Federico Tesini (G), (F), 73 Guaita Filippo (F), 74 Tilaro Gianluca (F).

Allenatore: Petr Malkov

HC Bandits Varese: 8 Matteo Cesarini (D), 9 Marco Rizzo (F), 11 Edoardo Papalillo (D), 17 Marco Andreoni (F), 18 Giancarlo Merzario (F), 19 Tommaso Teruggia (F), 21 Michael Mazzacane (F), 22 Erik Steve Mazzacane (D), 24 Enrico Malacarne (F), 25 Dario Richard Cortenova (D), 27 Salvatore Sorrenti (F), 29 Davide Bertin (G), 32 Pietro Borghi (F), 34 Francesco Borghi (D), 36 Lorenzo Broggi (G), 66 Fabio Rigoni (D), 69 Riccardo Mandelli (F), 75 Daniele Di Vincenzo (F), 88 Riccardo Privitera (F), 97 Daniele Odoni (F), 98 Lorenzo Mandelli (F).

Allenatore: John Cacciatore

Arbitri: Marco Bagozza, Willy Vinicio Volcan (Jessica Brambilla, Jeremy Bassani)

Note: Tiri Totali: 32–36; Penalità:14-12.

L’ultima gara casalinga dell’Hockey Como in questa seconda fase di campionato si gioca ancora nel vuoto impianto di Casate, ancora chiuso al pubblico e senza tempi certi di riapertura. Un derby decisivo per i lariani che si presentano alla gara con 15 uomini mentre coach Cacciatore può contare su 21 atleti a disposizione. Un numero che gli permetterà di gestire meglio le rotazioni e dare fiato a tutte le linee.

Subito Hockey Como aggressivo con F. Ambrosoli e Tilaro che dopo 50” ha l’occasione per portare avanti i comaschi ma il tiro debole è respinto da Lorenzo Broggi. Reazione ospite arriva con Papalillo che dal blu colpisce il disco con precisione ma Tesini pinza col guanto. Questa sera Malkov ha dato fiducia a Federico. Dopo 3’37” Alario e Papalillo sono i primi giocatori a finire in gabbia. In 4 contro 4 Vallazza ha una buona occasione in contropiede ma è bravo l’estremo difensore ospite a respingere il preciso tiro di Renè. Pochi secondi dopo sempre Vallazza ci prova dalla linea blu ma questa sera Broggi è in serata di grazia. Il n.17 comasco ha il bastone talmente infuocato che si rompe. I lariani giocano bene e fanno girare con precisione il disco. Formentini spreca davanti al portiere mentre dalla parte opposta Tesini inizia anche lui ad avere il suo bel da fare. Papalillo bracca Codebò con la stecca proprio davanti alla porta, quando il difensore era lanciato in contropiede. Con i 2’ di power play i biancoblù costruiscono bene: Valli ci prova 2 volte dalla distanza, ma i 120” si chiudono sullo 0-0. Il ritorno in parità numerica aiuta soprattutto gli ospiti che vivono 2’ di pressione: Rigoni e Di Vincenzo provano ad impensierire le linee difensive, ma i comaschi non ci stanno a subire e in pochi secondi ribaltano ancora il gioco. Pietro Borghi con un brutto fallo da dietro lascia i suoi in 4vs5 ma Alario resta in campo troppo durante il cambio e viene penalizzato, annullando la superiorità. Gli uomini di Malkov costruiscono bene ma davanti a Broggi non riescono a finalizzare (bravo anche l’estremo difensore varesino). A 3’ dalla fine del drittel Papalillo è bravo a colpire forte da fuori ma Tesini risponde con ottimi riflessi respingendo il puck. Negli ultimi 60 secondi è però Varese a uscire e mettere in difficoltà un ottimo Como. La sirena suona quando Gosetto ha appena provato a infilare il puck alle spalle di un ottimo Broggi.

Primi 20’ di bel gioco, con un Hockey Como composto e con le idee chiare in pista. Il secondo drittel inizia come gli ultimi secondi del primo periodo, con Varese in crescita e che prova ad impensierire Tesini. Il numero 40 impegna tutta la propria armatura per respingere gli attacchi varesini. Al 5’ il capitano ci prova da 3 metri, subito dopo Codebó replica ma il disco non ne vuole sapere di entrare. Sta diventando una maledizione che presto si trasformerà in incubo. In questo frangente i lariani alzano l’intensità chiudendo gli spazi ai giallo verdi. Andreoni va out dopo 8’ ma gli uomini di Cacciatore sono bravi a chiudersi bene davanti a Broggi e impedire ad Ambrosoli e compagni di infilare il disco in porta. A 6.30 dalla fine del drittel Privitera ubriaca la difesa lariana con un ottimo dribbling ma Tesini risponde presente. L’aggressività di Varese però si traduce presto in un gol: Rizzo servito da Odoni davanti al portiere porta in vantaggio gli ospiti. La banda di Malkov però non ci sta. Al 35’33” Privitera va a sedersi in panca puniti: il power play è l’occasione per pareggiare i conti ma questa sera veleggia una maledizione sull’impianto di Casate. Dall’altra parte Tesini è super ad evitare il 2-0 dopo che Papalillo si è trovato solo col puck davanti alla porta. Vallazza lascia i compagni in 4vs5 fino alla fine negli ultimi 2’ ma quando il tempo scade il tabellone segna ancora lo 0-1 ospite.

Ultimi 20’ diventano decisivi per ribaltare il risultato ma soprattutto per continuare a sperare nei play off. Partono bene i padroni di casa che con Valli provano il colpo giusto per pareggiare. Como costruisce, mentre Varese cerca il gioco in contropiede e in velocità. Privitera e Odoni sono i pericoli n.1 per la porta lariana. Il portiere biancoblù però questa sera ha salvato il risultato già diverse volte e anche nel primo frangente del terzo periodo ha fatto valere la stessa regola dei primi due. Riccardo Ambrosoli lascia la pista e la gara per una botta subita lontano dal gioco (nessuna penalità però segnalata dagli arbitri). In pista sale un po’ la tensione. Dopo 8’ un forte colpo di Vallazza viene respinto da Broggi. Pochi secondi dopo Tilaro in contropiede fa tutto bene ma l’azione finisce con la porta addosso alla balaustra. A metà drittel l’Hockey Como è ancora a secco e con F. Ambrosoli in panca puniti per Tripping Gli ospiti mettono in difficoltà i padroni di casa, soprattutto quando Ricca raggiunge il capitano in gabbia. Questa volta Varese non ne approfitta ma le energie dei lariani iniziano ad esaurirsi, insieme alle speranze di vittoria. A 5’ dalla fine Formentini vola in contropiede e con un ottimo assist serve Alario che però colpisce il portiere. Privitera out per slashing sarà l’ultima occasione per i padroni di casa di pareggiare. Passa solo un minuto e Codebó sgancia un missile dal blu. Il disco viene respinto dall’ottimo Broggi ma nessun giocatore comasco ne approfitta per pareggiare. Gli ultimi 2’ iniziano con un time out chiamato dal coach ucraino. Il capitano in panca puniti fino alla fine della gara alza l’indice di difficoltà e riduce i sogni di vittoria. Valli a pochi secondi dalla fine lo raggiunge. Varese raddoppia con Odoni quando sul tabellone mancano 28 secondi.

Finisce la gara e anche il campionato per la squadra di Malkov, matematicamente fuori dai play-off dopo la vittoria di Ora ad Alleghe.