instagram facebook twitter

  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 7.png
  • 8.png
  • 10.png
Pin It

 

L'Hockey Como si aggiudica il derby contro Varese

 

vittoria

 

Il derby inizia con l’Hockey Como in divisa bianca e i Mastini in divisa nera: l’ingaggio è roba dei Mastini Varese che provano subito ad aggredire la porta difesa da Pilon, ma la storia del primo periodo, fortunatamente, sarà un’altra. La prima conclusione dell’Hockey Como è firmata da Renè Vallazza dopo 2’40” che dal blu prova a intimorire Broggi che respinge. A 3:41 Power play per i comaschi che esprimono un gioco frizzante e preciso. Ancora Vallazza stecca il puck alla fine dei 2’ di superiorità ma Lorenzo Broggi blocca col guanto. La prima occasione pericolosa dei varesini arriva dopo 7’ con il disco che finisce sulla traversa. Il cronometro segna 11:55 alla fine del drittel quando Renè Vallazza si prende con Daniele Odoni e dopo qualche spintone i 2 finiscono in panca puniti. Andreoni raggiunge il suo compagno in gabbia dopo 1’ e Como in power play: è il momento di Gianluca Tilaro che vuole portare a casa il gol provando 2 volte a tirare il puck in porta. Alla terza conclusione finalmente insacca il disco nella porta varesina e 1-0 Hockey Como. Riccardo Ambrosoli finisce in gabbia e per la prima volta Varese si trova in superiorità numerica. I ragazzi biancoblù difendono bene e tengono la pista. Nicola Barban è l’unico a provarci ma Pilon con le protezioni inferiori ferma il puck sulla linea. In questo momento è Varese ad avere in mano la gara e il gol di Mazzacane arriva proprio quando Ambrosoli sta per rientrare in pista. I comaschi riprendono in mano la situazione e provano a far salire il livello di intensità. Le occasioni per il Como si susseguono e un grande assist di Gardiol finisce tra la stecca di Formentini che tira il puck ma Broggi blocca. Passano pochi secondi e finalmente il gol arriva: il capitano, con un ottimo tiro dalla distanza, infila il puck in rete 2-1 per i ragazzi di MalkovComo scatenato e in power play realizza il 3-1 ancora con il capitano Filippo Ambrosoli che firma la sua rete N° 99. Negli ultimi 2’ del drittel i biancoblu in inferiorità difendono porta e risultato. Ottima la prestazione dei ragazzi che hanno dimostrato in questo avvio di potersela giocare con tutti.

Il secondo periodo però inizia in salita, con gli uomini di Cacciatore pronti a reagire e riaprire la partita. Tilaro va out e dopo 3’ arriva la rete del 3-2 firmata Daniele Odoni. Nella prima parte del drittel Ambrosoli e compagni subiscono la pressione varesina, anche nella situazione di superiorità (out Merzario prima e Andreoni poi) nella quali i lariani sparano solo a salve. A metà drittel inizia una timida ripresa: Valli ci prova ma la porta ben difesa da Broggi resta chiusa. Con Sorarù out i comaschi tengono senza subire reti. Da registrare a 7:25 dalla fine una brutta botta contro le protezioni per Cortenova, che viene prontamente soccorso dallo staff medico. La partita sembra riprendere la direzione del Lago di Como: Codebó prova a 2’ dalla fine del drittel a impensierire il portiere del Varese ma il disco respinto finisce sulle reti di protezioni. Negli ultimi 30 secondi i lariani assediano la porta avversaria ma il periodo si chiude 3-2.

Nell’ultimo drittel le squadre scendono in pista agguerrite per portare a casa il risultato. Sono gli uomini in nero a partire aggressivi per tentare di pareggiare i conti e riaprire completamente la partita. Nei primi 8’ sul ghiaccio c’è tanto Varese e poco Como, con i Mastini che impegnano in diverse occasioni Pilon, vero protagonista della partita e migliore in campo. I lariani però non ci stanno e tornano a pattinare forte e gestire il gioco. A 10’e 40” dalla fine la svolta del match: Gardiol si ritrova il disco tra il bastone e con bel tiro gonfia la rete varesina, portando l’Hockey Como avanti 4-2. La luce in fondo al tunnel è vicina. A 5’ dalla fine Sorarù e Di Vincenzo out per gioco scorretto. Privitera ci prova a pochi metri da Pilon ma l’estremo difensore lariano si conferma portiere di spessore. A 2:50 Cacciatore chiama il Time Out per parlare con i suoi e rischiare il tutto per tutto: i Mastini rientrano in campo con 6 uomini senza portiere. Nei primi 60” l’Hockey Varese fa girare bene il disco e mettono in difficoltà la difesa, ma è sempre il numero 30 Lariano a chiudere 2 volte la porta. Il rischio di giocare senza portiere porta però il Como a pungere non appena si supera il blu. Sarà Gosetto a 42” dalla fine a toccare con precisione il puck e infilarlo nelle rete Varesina.

5-2 per il Como e ritorno alla vittoria dopo 6 sconfitte di fila.