instagram facebook twitter

  • 2.png
  • 3.png
  • 4.png
  • 5.png
  • 7.png
  • 8.png
  • 10.png
Pin It

Finale di stagione entusiasmante

Under 11 2011


I nostri ragazzi targati Real Como passano la frontiera francese e raccolgono grandi soddisfazioni nei tre Tornei più prestigiosi d’oltralpe: a Lione la nostra Under 13 (campione d’Italia) conquista il primo posto; ad Orcieres 1850 l’Under 11 replica il risultato dell’anno scorso con un sorprendente secondo posto mentre a Briancon la nostra Under 9 arriva meritatamente quarta.

ORCIERES 1850 Nel fine settimana di Pasqua i piccoli atleti del Real Torino e dell’Hockey Como hanno partecipato al 21° Trofeo dei Piccoli Campioni categoria Under 11, il più grande torneo di hockey giovanile europeo. Quest’anno l’evento è riuscito a radunare 32 formazioni provenienti dalla Repubblica Ceca, dall’Italia ed ovviamente dai quattro angoli della Francia.

Delle nostre due squadre quella targata Real radunava i ragazzi più esperti, mentre sotto le maglie del Como si sono potuti esibire alcuni tra i nostri agguerritissimi “giovani”. Nei tre giorni della manifestazione si sono avvicendati sul ghiaccio della pista circa 300 tra bambini e bambine, mentre, sugli spalti, la folla multicolore dei genitori ha sostenuto con tantissimo calore ogni incontro, da quelli per l’assegnazione delle ultime piazze, sino all’attesissima finale. Ed in quest’ultima partita del torneo le maglie in campo avevano i colori del Real Torino e della squadra francese del Morzine.

Ma a questo punto è necessario fare un passo indietro ed iniziare il racconto di quello che per chi lo ha vissuto è stato un sogno.

Cronaca di un genitore. Arriviamo ai 1850 metri di Merlette a mezzogiorno passato di sabato, con gli arti intorpiditi dalle tante ore in auto. Ma c’è giusto il tempo di sgranchirsi un po’ le gambe e far mangiare un panino e poco più ai ragazzi che è già ora di scaricare i borsoni e le stecche per infilarsi in quello spogliatoio chiassoso, brulicante di bambini ed ingombro di borsoni, pattini e stecche, che ha fatto da casa ai nostri ragazzi nei tre giorni del torneo. In campo ci sono già sei squadre che si affrontano, ognuna in un terzo di pista e tra poco tocca ai nostri del Real esordire affrontando il Besancon.

Tutti gli avversari ci conoscono grazie al secondo piazzamento dello scorso anno nel medesimo torneo e tutti giocano contro di noi al massimo, nel tentativo di sconfiggere un avversario tanto quotato. Ma per gli “Aquilotti” della Franca Contea non c’è alcuna speranza ed il Real vince sicuro con un perentorio 11 a 1.

Abbiamo solo il tempo di cambiare posizione sugli spalti ed ecco l’Hockey Como al suo esordio. Questa volta gli “Aquilotti” arrivano da Gap e sono più bravi dei nostri bianco azzurri, che debbono cedere il passo per 6 goal a 1.

C’è tempo per un caffè, due chiacchiere tra genitori, una merenda da portare ai ragazzi negli spogliatoi e siamo di nuovo in pista. Tocca prima alla squadra del Como che affronta i “Delfini” di Epinal ed in un combattuto match i nostri piccoli hanno la meglio per 4 reti a 3. Ora tocca al Real contro i cechi del Kadan 2. Ma il temibile avversario è regolato con un ottimo match dei nostri che si chiude con 8 reti nostre contro le 2 dei cechi.

Tutti i ragazzi vanno a cena e questo non è il punto forte dell’organizzazione del torneo. Poco graditi i piatti transalpini proposti, ma si deve ancora giocare e via tutti di nuovo al palazzetto. Le ultime gare della faticosa prima giornata vedono il Como contro il Villard e il Real che affronta i Jets di Viry. La stanchezza si fa sentire, e mentre i ragazzi sotto la maglia del Como vengono sconfitti dai più forti savoiardi per 7 a 1, il Real vince ma in maniera meno convincente contro gli altri savoiardi.

La domenica di Pasqua, alle 8.00 i piccoli del Como sono già in pista e tra qualche sbadiglio di troppo faticano a scrollarsi il torpore notturno, i “Leoni” di Lione hanno la meglio sui nostri per 6 a 1. Poco dopo tocca al Real che, più riposato, travolge i modesti “Stambecchi” della Val Vanoise con 11 segnature contro 1. Tempo di girare lo sguardo e di nuovo il Como in pista. Troppi errori e sprechi dei nostri e gli avversari di turno, le “Aquile Blu” di Gap vincono per 5 a 3. Dopo un altro caffè ed una merendina per i ragazzi siamo di nuovo in pista. Le “Linci” di Valenza tentano l’impresa contro la corazzata del Real , ma Po batte Rodano per 11 a 1. Il Real congeda le “Aquile Gialle” di Gap con un buon 7 a 2 mentre il Como batte per 2 reti a 0 i coriacei “Diavoli Neri” di Briancon.

Finalmente 2 ore di pausa. I ragazzi riescono ad uscire dal palazzetto per respirare la frizzante aria dei 1850 metri della stazione sciistica. Il morale è alto e tutti si stanno divertendo, al di là dei risultati in campo. Ma la pausa scorre veloce e si torna nella bolgia dello spogliatoio per rivestirsi. Contro il veleno delle “Vipere Bianche” di Montpellier il Real trova il giusto antidoto ed un perentorio 10 a 1 lo conferma. Ai piccoli del Como sfugge il colpaccio contro i “Diavoli Rossi” di Valenza, squadra non forte come l’omonima di Briancon, ma con ottimi giocatori e il match va ai transalpini per 2 reti ad 1. La seconda estenuante giornata di torneo termina con il Real imbattuto al primo posto del girone ed il Como sesto nel suo.

Ma non è ancora ora di mangiare, va in scena la partita della “Mini Stars”. La selezione dei migliori ragazzi francesi contro la selezione dei migliori atleti delle altre compagini internazionali. Nonostante l’impegno dei nostri Torinesi , Comaschi, Pinerolesi e l’apporto dei piccoli cechi, il match va ai transalpini per 8 a 3.

L’ultimo giorno del torneo è quello decisivo per delineare la classifica finale. I ragazzi del Real possono riposarsi per tutta la mattinata grazie alla prima posizione conquistata nel girone di qualificazione. Ai piccoli sotto i colori del Como, invece, tocca svegliarsi presto anche a Pasquetta e la stanchezza si vede tutta quando lasciano la vittoria ai “Diavoli Bianchi” di Briancon per 6 reti ad 1. Una pausa, due dritte da parte dei tecnici e via di nuovo sul ghiaccio. Questa volta la grinta dei nostri giovani hockeisti con la maglia Bianco Azzurra ha la meglio contro le “Aquile” di La Rochelle che vengono sedute con un ottimo 9 a 4. Un’ultima convincente vittoria per 5 a 1 contro gli “Aquilotti” di Besancon ed i piccoli del Como chiudono il loro torneo con un dignitoso 22° piazzamento.

Forse si poteva ottenere qualche cosa in più, ma in un torneo così lungo e faticoso è spesso molto difficile avere lucidità e freschezza in ogni sua fase. Bravi ragazzi....

Intanto terminate le fatiche del Como, cresce la tensione per i prossimi incontri del Real. Per fortuna Casa Italia, improvvisata tra i camper di alcuni disponibilissimi genitori, ha ovviato alle lacune alimentari dell’organizzazione, cosa che i ragazzi di entrambe le squadre hanno gradito moltissimo.

Nel pomeriggio, con tanta tensione nell’aria, vanno in scena gli ottavi di finale ed un altalenante Real riesce ad archiviare la pratica cechia, sconfiggendo per 2 a 1 anche la prima compagine del Kadan. Ora ci tocca aspettare il sorteggio per vedere chi sarà il prossimo avversario.

Ci toccano i quasi padroni di casa, i temibilissimi “Diavoli Rossi” di Briancon. Questa gara per qualcuno di noi rappresenta un incubo. È la replica della finalissima del torneo dello scorso hanno, quando dovemmo cedere il trofeo per un solo goal di scarto proprio alle piccole furie di Briancon. E la situazione si mette male anche oggi. Il 2 a 0 per i francesi sembra condannare i ragazzi del Real. Ma la riscossa è nell’aria, nel secondo tempo l’ 1 a 2 è la sferzata per i nostri che stringono i denti e lottano con quello che hanno ancora da dare. Il nostro 2 a 2 fa tremare i transalpini.

Anche dagli spalti pensiamo che la partita venga risolta ai rigori, ma non sarà così… Ancora qualche sforzo ed uno dei nostri migliori ragazzi scaglia con tanta rabbia il disco verso il portierino francese che viene trafitto; 3 a 2 e tutta la linea va a schiacciare il realizzatore. Ultimo minuto di gioco, ancora un salvataggio del nostro ottimo portiere e finalmente la sirena…

Ammutolito il pubblico francese, in estasi tutti gli italiani presenti. I ragazzi hanno vendicato la sconfitta in finale dell’anno scorso. Ed anche quest’anno sarà finalissima !!!!

Ma ci toccano i “pinguini” di Morzine, capaci di liquidare gli altri cechi del Pribam. E c’è poco da dire della finale. Sono superiori a noi per pattinaggio, per tecnica di stecca, per grinta e per voglia di vincere. Lottiamo fino in fondo ma infine cediamo il passo ai ragazzi dell’Alta Savoia che si meritano pienamente il trofeo.

Alcuni dei nostri piangono in pista, consapevoli di essere stati ad un passo dalla storia. Per il secondo anno consecutivo le lame dei pattini dei nostri splendidi ragazzi sono state le ultime a graffiare il ghiaccio della pista di Merlette in questo lungo ed estenuante torneo.

Alla cerimonia di premiazione, solo i nostri ragazzi e quelli del Morzine avranno l’onore di pattinare verso il bancone dei trofei, tutti gli altri ragazzi delle 30 squadre piazzatesi alle spalle hanno già ai piedi le scarpe.

I nostri piccoli eroi hanno raccolto sinceri complimenti e gli applausi da parte dei tecnici e del pubblico d’oltralpe, i tamburi dell’Aubagne, così fastidiosi per le nostre orecchie durante tutto il torneo, ora salutano e rendono gli onori ai nostri bambini. Questi ragazzi hanno fatto già molto, ma sono convinto che tanto sarà ancora per loro possibile se continueranno a fare della modestia che li contraddistingue la loro arma vincente, e se continueranno a rispettare gli avversari e metteranno il cuore in ogni partita che giocheranno.

Mi piace terminare il racconto con la strofa di una canzone di Paolo Conte che recita… “..e i francesi ci rispettano…”.

GRANDISSIMI RAGAZZI!!!!

Formazione Real Torino: Biondi Elisa (G), Brignacca Andrea (G), Bitetto Enrico, Fusini Jacopo, Gatti Davide, Gobbo Federico, Paramidani Alessandro, Ronzoni Mattia, Soranzio Daniele e Vola Lorenzo.

Formazione Hockey Como: Vola Chiara (G), Albesano Stefano, Bera Alberto, Boccomino Marta, Di Vasto Alessandro, Fresia Giorgio, Noseda Edoardo, Pittatore Enrico, Roccella Sharon e Zordan Luca.

Allenatori: Davide Bera e Marco Rossi.

Accompagnatori: Mosè Biondi e Matteo Vola.